• 1945
  • 1946
  • 1946
  • 1948
  • 1950
  • 1953
  • 1952
  • 1955
  • 1955
  • 1956
  • 1957
  • 1957
  • 1957
  • 1957
  • 1958
  • 1959
  • 1959
  • 1963
  • 1963
  • 1964
  • 1966
  • 1966
  • 1967
  • 1968
  • 1969
  • 1970
  • 1972
  • 1973
  • 1976
  • 1976
  • 1976
  • 1978
  • 1985
  • 1985
  • 1985
  • 1985
  • 1988
  • 1991
  • 1995
  • 2006
  • 2007
  • 2013
  • 2015
  • Mp5 Paperino

    MP5 PAPERINO
    In seguito all’Armistizio dell’8 settembre 1943 l’esercito tedesco occupò gli stabilimenti Piaggio di Pontedera, sospendendo tutte le commesse destinate alla Regia Aeronautica italiana. Dopo un primo dislocamento di uomini e macchinari in piccoli capannoni nel territorio circostante, divenne sempre più evidente la necessità di un trasferimento più massiccio, reso ancor più pressante dai primi bombardamenti …
  • Vespa sperimentale MP6

    Vespa sperimentale MP6
    Nella primavera del 1945 Enrico Piaggio, pur avendo dato disposizione per la costruzione di cento MP5 “Paperino”, non ancora del tutto convinto del progetto di Spolti, sollecitò l’intervento di Corradino d’Ascanio. Il geniale tecnico, che marginalmente aveva contribuito alla progettazione del “Paperino” (nello studio di un cambio automatico in principio previsto) era tuttavia poco incline …
  • 98 (MP6)

    98 (MP6)
    Nel febbraio 1946, constatata l’affidabilità delle soluzioni adottate attraverso il collaudo dei sei primi prototipi, i tecnici Piaggio – capeggiati da d’Ascanio – impostarono il progetto definitivo da riprodurre in serie. La mancanza di presse adeguate, tuttavia, non consentiva di provvedere allo stampaggio della scocca in stabilimento, costringendo Piaggio ad affidarsi a ditte esterne. In …
  • 125

    Vespa 125
    Nel marzo 1948 iniziò la commercializzazione di una nuova Vespa 125, un modello fortemente rinnovato, soprattutto nell’assetto. Nella forcella anteriore, in sostituzione delle due molle a spirale tipiche del MP6, ne fu introdotta una elicoidale, mentre posteriormente la soluzione con tampone in gomma fu sostituita da un sistema composto da molla e ammortizzatore idraulico, in …
  • 125 Mod. 51

    125 Mod. 51
    Il modello 1951, disponibile a partire dal dicembre 1950, segnò un salto tecnico decisivo. La modifica più evidente riguardava l’adozione della trasmissione a cavi Bowden, che garantiva un innesto più preciso delle marce, eliminando al contempo le vibrazioni provocate dalle aste presenti nei modelli precedenti. Il manubrio fissato a un nuovo attacco alloggiava inoltre su …
  • 125 Mod. 53

    125 Mod. 53
    La Vespa mod. 53 si distingueva in modo lampante dalla produzione precedente per la vernice grigio pastello, una tinta simile a quella già utilizzata in fabbrica nei primi esemplari del 1946. Per garantire una miglior visibilità, nel nuovo modello il faro fu maggiorato a 105 mm, mentre il cofano motore assunse uno sviluppo esteso e …
  • 125 U

    125 U
    Nell’estate 1952 Piaggio decise di mettere in produzione un modello di Vespa economico. Lo studio, in principio classificato come Vespa “E” (“Economica”), avrebbe dato luogo al completamento del primo prototipo nel mese d’agosto. Per abbattere il costo di costruzione furono previste diverse modifiche, in realtà non sufficienti a coprire interamente il ribasso di prezzo stabilito …
  • 150 Sidecar (VL2T)

    150 Sidecar (VL2T)
    I primi carrozzini per Vespa furono immessi nel mercato dalle ditte che già prima della guerra erano specializzate nella costruzione di sidecar: SMIT, CIMT, Longhi, Meldi e Tittarelli, che sulla scia del successo di Vespa non indugiarono a lanciarsi nel nascente mercato per dare origine a quello che le testate del settore avrebbero definito “l’avanzata …
  • GS preserie (VS1T)

    GS preserie (VS1T)
    La 150 GS è la prima Vespa con caratteristiche sportive a essere prodotta in grande serie, frutto delle esperienze maturate nelle competizioni dalla squadra corse Piaggio. Il motore, caratterizzato da alcune soluzioni tecniche sperimentate sulla Vespa Sei Giorni, ha l’immissione diretta nel cilindro ed è capace di 8 CV a 7.500 giri. Il cambio a …
  • 150 “struzzo” (VL3T)

    150 “struzzo” (VL3T)
    Alla fine del 1954, oltre al modello 125 e 150 GS , fu introdotta in serie anche un’altra versione con cilindrata 150 cc, che pur adottando la stessa cubatura della GS aveva però una vocazione meno sportiva. In quel periodo, quindi, per la prima volta Piaggio metteva in listino la Vespa in tre diverse versioni, …
  • 150 T.A.P.

    150 T.A.P.
    Negli anni Cinquanta, il Ministero della Difesa Francese commissionò alla licenziataria Piaggio in Francia (A.C.M.A.) la costruzione della prima Vespa utilizzata per scopi militari, prodotta in 600 esemplari dal 1956 al 1959 in due colorazioni mimetiche, verde e sabbia. Sono i tempi della guerra in Indocina e si pensa di utilizzare come veicolo tattico leggero …
  • 150 (VB1T)

    150 (VB1T)
    Rispetto alla serie precedente la modifica più importante a livello estetico risiede nel manubrio, che ora è carenato, realizzato in corpo unico in pressofusione, con i cavi passanti all’interno. il contachilometri è di serie. il fanale presenta una ghiera cromata. la sella è di colore blu scuro. la scritta “Vespa” sullo scudo è cromata. con …
  • 150 GS II serie (VS3T)

    150 GS II serie (VS3T)
    La seconda serie della Vespa GS si distingue per il passaggio dei cavi, che è interno al manubrio. il contachilometri è bianco. La chiave di contatto è piatta. La sella ha una nuova conformazione più arrotondata. Lo scudo presenta due bordi in acciaio inox. Lo scarico è fissato al cilindro tramite una ghiera in alluminio …
  • 400

    400
    Nel momento di enorme successo della Vespa, Piaggio decide di entrare nel mondo delle quattro ruote, con l’obiettivo di produrre un mezzo economico, a larga diffusione. D’Ascanio realizza un motore bicilindrico a due tempi, montato su una carrozzeria dal design pulito ed essenziale. Queste caratteristiche rendono la Vespa 400 un’antesignana delle utilitarie degli anni Sessanta: …
  • 125 “Dolce Vita” (VNA2T)

    125 “Dolce Vita” (VNA2T)
    Prodotta in due diversi colori, grigio e beige, la Vespa 125 del 1958 è la prima Vespa con carrozzeria realizzata tramite la congiunzione di due semigusci di lamiera, un accorgimento tecnico che presenta notevoli vantaggi sul piano della produzione industriale e che, da quel momento in poi, verrà adottato su tutti i modelli successivi. Un’altra …
  • 150 (VBA1T)

    150 (VBA1T)
    Prima della 125, la 150 modifica la meccanica, passando alla distribuzione rotante. questo consente di utilizzare la miscela benzina-olio al 2%. il carburatore è alloggiato sul carter anziché sul cilindro come sulla prima serie della 150 GS. La luce di ammissione ricavata sul carter è regolato a ogni rotazione dall’apertura e dalla chiusura del contrappeso …
  • GS (VS5T)

    GS (VS5T)
    La terza serie della GS si riconosce per la nuova forma del cerchione, che mette in vista l’estesa alettatura dei freni a tamburo. i prigionieri di fissaggio sono 5 anziché 4. Il contachilometri incorporato nel manubrio ha un nuovo design con scala fino a 120 Km/h. il fregio sulla parte superiore del parafango è più …
  • 50 N (V5A1T)

    50 N (V5A1T)
    Verso la metà degli anni Sessanta in Italia si registra un brusco calo nelle vendite dei motoveicoli. Per la Piaggio, i danni vengono limitati dal successo immediato della nuova Vespa 50, soprattutto presso i giovanissimi. La cilindrata e la potenza di soli 1.5 cv le aprono infatti il mercato dei quattordicenni, che possono guidarla senza …
  • 90 (V9A1T)

    90 (V9A1T)
    La Vespa 90 fu presentata nel 1963 insieme alla Vespa 50, della quale mantiene la maggior parte dei componenti e delle caratteristiche: i particolari che la distinguono sono le ruote di maggiori dimensioni e un impianto elettrico più potente. Lo scudo presenta un bordo in alluminio,  e la scritta Vespa è di colore blu scuro, …
  • 180 Super Sport (VSC1T)

    180 Super Sport (VSC1T)
    Piaggio propone sul mercato la Vespa 180 Super Sport che, con una velocità massima di 105 km/h, la qualifica come uno degli scooter più veloci dell’epoca. La linea è più squadrata e moderna, arricchita da alcuni particolari della GL (come il faro trapezoidale). Con la 180 SS viene utilizzata per l’ultima volta l’aspirazione controllata dal …
  • 125 GT (VNL2T)

    125 GT (VNL2T)
    La Vespa 125 Granturismo, il cui telaio è identico a quello del modello 150 Sprint, è molto simile anche alla 125 Super, da cui si distingue essenzialmente per le ruote, che sono da 10”. le prestazioni sono leggermente superiori grazie a un rapporto di compressione più elevato. il faro è a trapezio. La carrozzeria è …
  • 90 SS Super Sprint (V9SS1T)

    90 SS Super Sprint (V9SS1T)
    La Vespa 90 SS rappresenta la Vespa sportiva per eccellenza degli anni ’60. Piccolissima, compatta e dalle prestazioni elevate, dal punto di vista estetico è caratterizzata dalla posizione della ruota di scorta, posta in verticale al centro della pedana e sormontata da un finto serbatoio (in realtà un porta-oggetti) con tanto di poggiapetto come nelle …
  • 125 Primavera (VMA2T)

    125 Primavera (VMA2T)
    La 125 Primavera, fin dalla sua comparsa sul mercato, ottiene un grandissimo successo, soprattutto tra i giovani, che ne fanno un vero e proprio oggetto del desiderio. È infatti perfetto per i ragazzi, che ne apprezzano la grande maneggevolezza e lo scatto in partenza, mentre le ragazze gradiscono in modo particolare le dimensioni contenute e …
  • 180 Rally (VSD1T)

    180 Rally (VSD1T)
    Subentrata al modello SS, la Vespa 180 Rally risulta molto migliorata nel motore e nella carrozzeria. Dal punto di vista estetico è dotata di un faro tondo di grandi dimensioni e di una sella allungata più comoda. Il bauletto posto dietro lo scudo è di nuovo disegno. I cofani laterali hanno una linea moderna, priva …
  • 50 N (V5A1T)

    50 N (V5A1T)
    Questo nuovo modello di 50N, pur rispettando in tutto le caratteristiche del modello lanciato nel 1963, presenta alcuni piccoli particolari differenti (a parte le nuove colorazioni): sullo scudo compare il nuovo logo esagonale Piaggio (introdotto nel 1967) e il logo Vespa è di colore nero. Dal 1967, inoltre, la Vespa 50 N viene prodotta con …
  • 50 pedali (V5A1T)

    50 pedali (V5A1T)
    La Vespa 50, per essere commercializzata in Francia, subì una particolare trasformazione. Per adeguarsi alle normative di omologazioni francesi, infatti, Piaggio dovette prevedere il montaggio di pedali. Questo particolare elemento, che attrae la curiosità del pubblico, rende questo modello uno dei più ricercati dagli appassionati dello scooter più famoso del mondo.
  • 50 R (V5A1T)

    50 R (V5A1T)
    La versione “R” della Vespa 50 rappresenta il modello più economico della serie, riconoscibile dalle altre per le ruote da 9” e per il copristerzo verniciato in tinta con la carrozzeria. Il cambio è a tre velocità. Questa 50 è particolarmente apprezzata dal pubblico dei quattordicenni, perché sembra soddisfare a pieno il diffuso desiderio di …
  • 50 Special Elestart (V5A3T)

    50 Special Elestart (V5A3T)
    Commercializzata a partire dal 1969, la Vespa 50 Special fu proposta alla nuova generazione con modifiche estetiche nelle parti del manubrio, del proiettore, del fanale posteriore, adottando stacchi di colore che danno al modello un aspetto “piacevolmente moderno”. Tra 1969 e 1973 ad accompagnare il successo della 50 Special è la fortunata campagna “Chi Vespa …
  • 125 ET3 mercato estero (VMB1T)

    125 ET3 mercato estero (VMB1T)
    Voluta espressamente per il mercato estero, la Vespa 125 ET3 ha le stesse caratteristiche del modello ET3 prodotto per l’Italia, ad eccezione di alcuni particolari come la sella, il coperchio della ventola di raffreddamento e la gamma dei colori. Particolarmente apprezzata in Giappone, dove è rimasta in vendita fino alla metà degli anni ’90.
  • 125 ET3 Primavera (VMB1T)

    125 ET3 Primavera (VMB1T)
    Si tratta di una versione sportiva della Vespa 125 Primavera. La sigla ET3 indica l’accensione elettronica e il motore dotato di un cilindro con il terzo travaso. Grazie a un propulsore di maggiore potenza e alla nuova marmitta, le prestazioni risultano più elevate. Le dimensioni ridotte, simili a quelle della Vespa 50, favoriscono un’elevata manovrabilità, …
  • 200 Rally (VSD1T)

    200 Rally (VSD1T)
    Dopo il grande successo ottenuto dalla Vespa 180, Piaggio nel 1972 presenta una nuova ammiraglia per la prima volta nella cilindrata di 200cc. Nello stesso anno esce la campagna “Le Sardomobili” dove la protagonista è la Vespa Rally 200 con lo slogan “due ruote potenti, scattanti, due ruote con riflessi pronti, due ruote “rally” spinte …
  • P125X

    P125X
    La Vespa venne presentata come nuovo modello allo Show di Milano del 1977. La PX divenne molto popolare tra i giovani. Le linee squadrate e un telaio più grande la rendevano estremamente riconoscibile. Sulla barra del manubrio era presente un tachimetro completamente ridisegnato e il modello fu estremamente innovativo anche grazie alle nuove sospensioni anteriori …
  • 125 PK S automatica elestart (VVM1T)

    125 PK S automatica elestart (VVM1T)
    Rispetto ai precedenti modelli, la PK si distingue per la nuova scocca, caratterizzata da linee decisamene più spigolose, ma anche dalla maggiore comodità di guida. La versione S Automatica è uno dei progetti più innovativi del periodo, prima Vespa in assoluto con cambio automatico. Rispetto alla PK con cambio manuale la grande differenza risiede nel …
  • 50 S estero (V5SA1T)

    50 S estero (V5SA1T)
    Per soddisfare le richieste di alcuni paesi, Piaggio progetta un modello di 50 cc più veloce rispetto a quello per il mercato interno (60 Km/h contro i 40 della Special e degli altri modelli 50 per l’Italia). il motore eroga una potenza superiore pur avendo le stesse misure di alesaggio e corsa. Per queste ragioni, …
  • 125 PK ETS (VMS1T)

    125 PK ETS (VMS1T)
    La ETS rappresenta una versione sportiva della serie 125 PK, come la ET3 lo era stata della Primavera. Esteticamente è riconoscibile per il nuovo manubrio più compatto, la sella con un accenno di codino e la scritta serigrafata, i fregi neri e argento sul parafango anteriore e sui gusci. Il copriventola è nero, il bauletto …
  • 125 PX T5 (VNX5T)

    125 PX T5 (VNX5T)
    Un nuovo nome ed un’estetica rinnovata caratterizzano la Vespa 125  T5 “Pole Position” uscita nel 1985. Le linee aggressive, lo spoiler, il cupolino ed il contagiri digitale ne esaltano il carattere sportivo. A questo modello la Piaggio affida il difficile compito di rivaleggiare con la rombante ed agguerrita concorrenza giapponese. La  T5 viene dotata di …
  • COSA 200 (VSR1T)

    COSA 200 (VSR1T)
    Alla fine degli anni ’80 Piaggio decide di rendere più moderna la linea PX, dotandola di forme più spigolose. Al progetto viene inizialmente dato il nome di Vespa R (“Rinnovata”), ma al momento della produzione il veicolo verrà battezzato “Cosa, per segnare una soluzione di continuità con i modelli procedenti. Questo, purtroppo, rende il destino …
  • Special Revival (V5R1T)

    Special Revival (V5R1T)
    Replicata all’inizio degli anni Novanta per rispondere alle tante richieste di appassionati di ieri e di oggi, la 50 Special è stata la Vespa più amata dai giovani degli anni Sessanta. Apprezzato in tutto il mondo, il modello Special torna nel 1991 in edizione limitata (3000 esemplari) “per fare nuove conoscenze, con chi negli anni …
  • 50 PK hp

    50 PK hp
    La Vespa 50 HP è stata prodotta dal 1991 al 1999. A differenza delle Vespa 50 del passato montava numerosi pezzi in plastica, come il parafango, il bordino sotto-sella e la calandra posteriore. Montava di serie il gruppo termico in alluminio oltre che un carburatore leggermente maggiorato (da 16:10 a 16:12, come altre versioni PK). …
  • 250 GT 60° n.000

    250 GT 60° n.000
    Limited Edition prodotta solo in 999 esemplari in occasione dei festeggiamenti per i 60 anni di Vespa. Si tratta di una versione “vintage” di massima raffinatezza. L’estetica celebra con un tributo i primi modelli Vespa, caratterizzati dal fanale anteriore posizionato sul parafango. Retrò anche il manubrio che si ispira alla struttura tubolare del periodo. La …
  • 125 PX Catalyzed

    125 PX Catalyzed
    La versione Catalyzed della mitica PX nasce alla fine degli anni ’90 per adeguarsi alle nuove normative antinquinamento. Dotata di un catalizzatore ossidante a due vie per per rispettare le emissioni inquinanti secondo quanto prescritto dallo standard Euro1, questo modello presenta anche alcune innovazioni di carattere estetico: una nuova conformazione della sella, le plastiche bianche …
  • VX 125 (mercato indiano)

    VX 125 (mercato indiano)
    Sviluppata espressamente per il mercato del subcontinente indiano, Vespa VX nasce dall’evoluzione della Vespa LX, best seller del Gruppo Piaggio e tra i veicoli in assoluto più venduti sui mercati europeo e americano delle due ruote. Vespa VX si affianca al modello di Vespa attualmente commercializzato in India, rispetto al quale vanta maggiori contenuti in …
  • 946 Emporio Armani

    946 Emporio Armani
    Per il 2015 – 40° anniversario della fondazione della Giorgio Armani e 130° anno di vita del Gruppo Piaggio – Giorgio Armani firma la nuova versione di Vespa 946. A partire dal colore, per il quale lo stilista ha pensato a una particolare palette di grigi con un appena accennato tocco di verde, visibile solo …